Lunedì: 09.00-12.30 - Mar-Mer-Gio-Ven: 09.00-12.30/15.30-19.00 - Sabato: 08.30-12.30/15.30-18.30

PERCHE' AFFIDARSI AL NOSTRO CENTRO ANTIFUMO?

Perchè se provi a smettere di fumare da solo, senza nessun aiuto, possono comparire i sintomi dell'astinenza:                                  
Cefalea, crampi addominali, sudorazione diffusa, tremori, insonnia, nausea, sbalzi della pressione arteriosa (può o aumentare troppo, oppure calare fino allo svenimento).


Cosa succederà nel mio corpo se decido di praticare l'Auricologia antifumo?
Non  avvertirai i sintomi dell'astinenza grazie alle endorfine che  circolano di nuovo nel tuo sangue.


Sentirò la mancanza della sigaretta?
Sentirai per qualche settimana la mancanza della gestualità, cioè la mancanza della sigaretta tra le mani nei classici momenti della giornata in cui eri abituato ad accenderla. Più tempo passa e più l’intervallo tra un desiderio e l’altro aumenterà, fino a quando non penserai più alla sigaretta.  


Sarò nervoso?
Il  nervosismo che potrebbe comparire dopo la terapia e durare per qualche giorno è normale perché la mente del fumatore vede la decisione di smettere di fumare come “un sacrificio” e inizia a sentirsi privata di qualcosa di importante.

Come dovrò comportarmi quando sarò in compagnia di un fumatore?

Non invidiarlo! Ricorda che non sei tu che hai perso qualcosa, ma è il povero fumatore a cui quotidianamente vengono tolti: salute, energia, denaro, sicurezza, tranquillità mentale, coraggio, serenità, libertà e rispetto di se stesso.      Smettila di invidiare i fumatori e inizia a vederli per quello che realmente sono: creature tristi e patetiche; anzi, adesso aiutali perché hanno bisogno della tua pietà.

Quando deciderai di praticare lAuricologia Antifumo e diventare ex fumatore:
Ricorda che non stai rinunciando proprio a niente! Anzi, stai per ottenere dei vantaggi giganteschi; non solo perché sarai più sano e avrai più soldi, ma perché sarai maggiormente in grado di godere i momenti più felici della vita, e quelli infelici ti sembreranno più sopportabili.
Non dubitare mai della decisione che hai preso!
 
Convinciti che non esiste una “sola” sigaretta: fumare è una tossicodipendenza e quindi una reazione a catena. Rattristandoti pensando alla sigaretta otterrai solo di punirti inutilmente.

Considera tutta la faccenda del fumo non come un’abitudine sociale che potrebbe farti male ma per quello che è: una tossicodipendenza.

Ricorda che se venisse offerta a tutti i fumatori l’opportunità di poter tornare a quando non fumavano, l’accetterebbero subito. Non pensarlo in termini di rinuncia !

Non hai bisogno della sigaretta, e continuando a vederla come un aiuto o una spinta non fai che torturarti. Non c’è ragione di sentirti triste nel pensare di smettere di fumare. Le sigarette non completano o migliorano le cene o le occasioni sociali, le rovinano!     

Ricordati anche che a cena il fumatore non fuma perché gli piace ma perché deve farlo, perché è un tossicodipendente che senza le sigarette non riesce a godersi né un pranzo né la vita stessa.
 
Non sarebbe meraviglioso rispondere ad un “amico” che ti offre una sigaretta: “ No, grazie. Non ne ho più di bisogno” !